Leggere questo articolo in:

Diminuisce l'Indice FAO del prezzo della carne, sopratutto per quella suina...vedi grafici esplicativi...

L'indice dei prezzi della carne FAO è sceso, perdendo l'1,0% nel mese di ottobre, in gran parte a causa della minore domanda di carni suine europee da parte degli importatori della Cina.

Venerdì 18 Novembre 2016 (2 anni 9 mesi 28 giorni fa)
mi piace

L'indice dei prezzi alimentari della FAO è in media 172,6 punti nel mese di ottobre, dello 0,7% in più rispetto al mese precedente e del 9,1 in più di un anno fa, che rappresenta il primo aumento del tasso dei principali cereali in tre mesi.

L'indice dei prezzi dei prodotti alimentari, che è aumentato costantemente nel corso 2016, tranne per un breve calo di luglio-, è un indice ponderato sulla base del commercio che tiene conto dei prezzi internazionali dei cinque gruppi principali di prodotti alimentari.

precios FAOL'aumento ad ottobre è dovuto principalmente agli aumenti dei prezzi di zucchero e dei prodotti lattiero-caseari. L'indice dei prezzi dello zucchero FAO è aumentato del 3,4 per cento nel mese di ottobre, a seguito di segnalazioni del deficit di produzione nella regione del Centro Sud del Brasile e dello stato del Maharashtra in India. I prodotti caseari prezzo indice FAO sono aumentati del 3,9 per cento rispetto a settembre, trainata dall'aumento dei prezzi del formaggio, in particolare, il burro, a seguito della sostenuta domanda interna nell'Unione europea, dopo un periodo in cui le scorte sono  precipitate.

Al contrario, l'indice dei prezzi per gli oli e grassi FAO è diminuito del 2,4 per cento rispetto a settembre, dovuto in gran parte ai prezzi più deboli di olio di palma a causa del ristagno della domanda globale per le importazioni. L'indice dei prezzi di carne FAO è sceso, perdendo 1,0 per cento nel mese di ottobre, in gran parte a causa della minore domanda di carne di maiale europea da parte degli importatori della Cina.

 
 
L'indice dei prezzi dei cereali FAO, nel frattempo, è aumentato 1,0 per cento nel mese di ottobre, guidato da forniture strette di frumento di alta qualità, anche se le prospettive di raccolto globali di frumento sono migliorate.

Indice dei prezzi della carne

L'indice dei prezzi FAO della carne si attesta a una media di 163,4 punti nel mese di ottobre, vale a dire 1,7 punti (1%) al di sotto del valore rivisto di settembre. Il calo dei prezzi all'esportazione di carne suina dall'UE, derivato da forniture interne in eccesso e un indebolimento della domanda di importazioni dalla Cina, è stata la causa principale del declino dell'indice. Inoltre, i prezzi delle esportazioni di carne bovina dall'Oceania hanno continuato a diminuire, perché l'aumento della produzione interna negli Stati Uniti aveva impedito la necessità di forniture esterne. Al contrario, i prezzi delle carni ovine in Oceania hanno raggiunto il loro livello più alto in quasi due anni a causa della ridotta produzione in Australia e Nuova Zelanda.

Giovedì 10 novembre 2016/ FAO.
http://www.fao.org

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags

Ultima ora

Bollettino settimanale di notizie del mondo dei suini

Non sei iscritto nella lista

13-Set-201906-Set-201930-Ago-201923-Ago-2019

Fai il log in e spunta la lista

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui