Leggere questo articolo in:

Plasma animale

Scheda informativa con valore nutrizionale (confronto di tabelle), produzione, commercio e studi più recenti sul plasma animale...

Lunedì 30 Settembre 2019 (20 giorni fa)
mi piace

Introduzione

Il plasma animale è un prodotto ottenuto dal recupero di sangue dal macello. Può avere un'origine multi-specie (miscela di plasma bovino e suino) o mono-specie (solo bovino o solo suino), sostanzialmente, seguendo le normative regionali e le norme sull'uso per l'alimentazione animale.

Il processo di ottenimento del plasma inizia nel macello con la raccolta di sangue e l'incorporazione di sali con effetto anticoagulante (citrato trisodico e tripolifosfato di sodio). Quindi, il sangue trattato viene sottoposto a processi di separazione del plasma rispetto ai globuli rossi che rappresentano ¾ parti del totale. Dopo il filtraggio, oggi i metodi di separazione più comunemente usati sono l'osmosi inversa o la filtrazione (nano o ultra-filtrazione). Infine, il plasma, una volta separato, viene essiccato mediante un processo di atomizzazione per ottenere un prodotto finale essiccato, stabile e non incrostato che ha un aspetto color crema.

Il processo di separazione è il principale determinante della qualità del prodotto finale, differendo sostanzialmente nel contenuto di proteine ​​e sali. Il plasma ottenuto per osmosi inversa ha un contenuto proteico inferiore e una maggiore concentrazione di sali (± 70% di PB e > 15% di ceneri) mentre la filtrazione consente una maggiore concentrazione di proteine ​​(± 78%) e una significativa riduzione delle ceneri (5-6%). In tutto il mondo ci sono tendenze di utilizzo di una qualità o dell'altra a seconda dei sistemi di elaborazione utilizzati a livello regionale.

Il plasma come ingrediente per l'alimentazione animale ha una proteina di alta qualità e digeribilità, poiché, fondamentalmente, contiene proteine ​​plasmatiche (albumine e globuline). A livello di aminoacidi, il plasma è ricco di lisina e treonina, ma più povero in aminoacidi solforati e aminoacidi ramificati, specialmente sbilanciato nelle isoleucina. Il plasma è stato sostanzialmente utilizzato nelle diete delle prime età a causa del suo alto costo, tuttavia allo stato attuale e per la sua funzionalità, è considerato un ingrediente in altre fasi.

Infine, non bisogna dimenticare che, nell'UE e dal 2005, nelle diete suine è consentito solo l'uso del plasma suino proveniente da fonti autorizzate (regolamento CE 1292/2005). Pertanto, nell'area del settore suinicolo dell'UE, molte volte parliamo di Plasma Suino e non di Plasma Animale.

Studio comparativo dei valori nutrizionali

I sistemi utilizzati nel confronto sono: FEDNA (spagnolo), CVB (olandese), INRA (francese), NRC (USA) e Brasile.

FEDNA1 CVB2 INRA2 NRC Brasile
MS (%) 91,4 - - 91,9 91,3
Valore energetico (kcal/kg)
Proteina grezza (%) 70,6-78,0 - - 77,84 71,7
Estratto etereo (%) 0,8-0,6 - - 2,0 1,03
Fibra grezza (%) 0,0 - - 0,0 0,0
Amido (%) 0,0 - - 0,0 0,0
Zuccheri (%) 2,0-3,0 - - - -
ED crescita 3520-3956 - - 4546 4122
EM crescita 2980-3270 - - 4017 3763
EN crescita 1660-1815 - - 2506 2280
EN scrofe 1660-1815 - - 2506 2280
Valore proteico
Digeribilità proteina grezza (%) 88-90 - - 81 95,5
Composizione aminoacidi (% PB)
Lys 8,70 - - 8,86 9,09
Met 1,12-0,73 - - 1,02 1,24
Met + Cys 3,93-4,30 - - 4,35 4,28
Thr 5,98 - - 5,74 6,23
Trp 1,68-1,81 - - 1,81 1,83
Ile 3,35-3,50 - - 3,46 3,15
Val 6,61-6,52 - - 6,58 6,86
Arg 5,90 - - 5,64 5,51
Digeribilità ileale standardizzata (% PB)
Lys 93-92 - - 87 95,1
Met 91-90 - - 84 93,5
Met + Cys 91 - - 84,5 92,9
Thr 91-89 - - 80 92,5
Trp 90-91 - - 92 90,2
Ile 92 - - 85 89,5
Val 92 - - 82 93,5
Arg 90-91 - - 91 96,1
Minerali (%)
Ca 0,20-0,15 - - 0,13 0,17
P 0,15-1,20 - - 1,28 0,46
P fitinico 0 - - 0 0
P disponibile 0,14-1,20 - - - 0,46
P digeribile 0,12-1,10 - - 1,25 0,42
Na 6,30-2,80 - - 2,76 3,12
Cl 4,60-1,30 - - 1,19 0
K 0,42-0,17 - - 0,02 0,56
Mg 0,1-0,02 - - 0,03 0,02

1Per il sistema di valutazione FEDNA, l'intervallo di valori (minimo e massimo) dall'integrazione delle 2 diverse classificazioni che questo sistema di valutazione considera fondamentalmente si basa sul contenuto proteico, che differisce sostanzialmente dal processo di ottenimento (osmosi) inversa vs nano o ultrafiltrazione).

2Per i sistemi di valutazione INRA e CVB, non vengono presentati dati poiché entrambi i sistemi non considerano il Plasma Animale come ingrediente.

A differenza di altri ingredienti, va notato che due dei sistemi di titolazione selezionati (INRA e CVB) non contemplano il Plasma Animale come ingrediente per l'alimentazione animale, e quindi solo i dati di valutazione nutrizionale per questo ingrediente sono presentati da FEDNA, NRC e BRASILE . Inoltre, FEDNA presenta due qualità di Plasma Animale sostanzialmente differenziate in base al contenuto proteico (± 70% e ± 80%), valori direttamente associati al tipo di processo per ottenere il prodotto (concentrazione del plasma dopo atomizzazione per osmosi inversa o nano filtrazione o ultrafiltrazione, rispettivamente). La valutazione del contenuto proteico per BRASILE (± 72%) e NRC (± 78%), è abbinata alle due qualità differenziate da FEDNA, rispondendo chiaramente al sistema di acquisizione più tipico di ciascuna area di produzione e al suo sistema di titolazione.

La gamma di sostanza secca proposta per i diversi sistemi di titolazione è molto stabile per tutti i sistemi che presentano una variazione molto ridotta tra loro (91,5% ± 0,31).

La variazione osservata nel contenuto proteico associato al processo di ottenimento del prodotto è coerente per il resto dei nutrienti (principalmente AA) e per la stima del valore energetico, poiché l'influenza del contenuto di grassi (2% ± 0, 6) non consente di spiegare alcun effetto sulla previsione del valore energetico. Se si ritiene che il BRASILE non abbia un valore EN (2280 kcal / kg) relativamente alto con un contenuto proteico inferiore rispetto a NRC (per un 226 kcal / kg EN inferiore), si può osservare una risposta più lineare tra il contenuto proteico e il valore di EN (r2 = 0.40).

In termini di amminoacidi totali, prendendo come riferimento la lisina, il BRASILE valuta un contenuto di lisina superiore per unità di proteine ​​rispetto a NRC (+ 2,5%) e FEDNA (+ 4,3%). Un andamento analogo può essere osservato per la metionina, il triptofano e l'arginina, sebbene per la valina il differenziale di + 4,3% sia equiparato per NRC e FEDNA e nel caso della treonina il rapporto sia invertito di + 7,8% rispetto a NRC e + 4% rispetto a FEDNA. Infine, va notato che FEDNA e NRC sovrastimano in media il contenuto di Isoleucina per unità di proteina in > 9% rispetto al BRASILE, un effetto nel caso di questo aminoacido direttamente associato al sistema di approvvigionamento, poiché la sopravvalutazione di FEDNA rispetto al BRASILE , se si considera il contenuto di isoleucina per il Plasma 78% di proteine ​​plasmatiche, è> 11%. Il coefficiente di digeribilità di proteine ​​e lisina ha un intervallo compreso tra l'81-90% e l'87-95%, rispettivamente. Come per il contenuto di AA, si osserva una sopravvalutazione del coefficiente di digeribilità proposto dal BRASILE rispetto a NRC (+ 15% e + 8%) e più leggero rispetto a FEDNA (+ 7% e + 3%).

Va notato che il processo di ottenimento ha un impatto molto importante sul contenuto finale di ceneri del prodotto (compreso tra il 12-15%) ottenuto per concentrazione prima dell'atomizzazione per osmosi inversa (FEDNA 70% PB e BRASILE) rispetto a quello ottenuto dalla nano o ultrafiltrazione che hanno un contenuto di minerali inferiore. In questo senso, la risposta è simile per Na, Cl e K, alti contenuti che sono spiegati dall'aggiunta nel caso di sodio e cloro di sali anticoagulanti (principalmente trisodio citrato e tripolifosfato di sodio) durante la raccolta e l'elaborazione. Questo perché il sistema di osmosi inversa elimina solo i sali e quindi concentra tutti i soluti, mentre parti di questi sali vengono perse durante il processo di nano o ultrafiltrazione. Al contrario, è anche importante sottolineare che, sebbene il sistema di ultrafiltrazione consenta una riduzione significativa del contenuto minerale accumulato, il contenuto totale di P e P digeribile è chiaramente più elevato per FEDNA 80% PB e NRC presentando valori dell'1,20% , il che è spiegato perché mentre l'ultrafiltrazione elimina i sali, il P è legato alle frazioni plasmatiche che agiscono da stabilizzatore.

Risultati recenti

1. Effetti dell'alimentazione in svezzamento con plasma bovino essicato a spray sulle performance e sulla mortalità dei suinetti svezzati positivi al PRRSv

Lo studio è stato condotto per valutare l'effetto della supplementazione plasmatica nei suinetti positivi al PRRSv durante lo svezzamento. È stato osservato un peso corporeo maggiore nei suinetti con plasma essiccato a spray; l'IMG ed il consumo accumulato sono stati più elevati. Inoltre, è stata descritta anche una riduzione del tasso di mortalità. Si può concludere che l'integrazione con plasma essiccato a spray in suinetti positivi al PRRSv durante lo svezzamento può avere un effetto positivo sulle prestazioni e ridurre le perdite di suinetti.

2. Uso di plasma essicato a spray come alternativa agli antibiotici nel mangime dei suinetti, modalità d'azione e biosicurezza

Il plasma essiccato a spray può rappresentare un'alternativa efficace agli antibiotici per suinetti, in particolare durante le prime settimane dopo lo svezzamento, con un'efficacia migliore o equivalente sulle prestazioni dei suini rispetto agli antibiotici o ad altri prodotti antimicrobici alternativi. L'efficacia del SDP (spray dried plasma) nell'alimentazione animale sembra essere principalmente correlata ad un miglioramento della funzione di barriera della mucosa intestinale e alla modulazione della risposta immunitaria della mucosa. Gli studi di biosicurezza disponibili forniscono prove sufficienti per sostenere che l'uso commerciale di SDPP (spray dried porcine plasma-plasma suino essiccato a spray) è un prodotto sicuro per i suini.

3. Influenza del plasma essicato a spray nelle diete starter associato ad un programma convenzionale di vaccinazioni sulle performance nel svezzamento-vendita

La vaccinazione ha favorito una risposta anticorpale a lungo termine contro il PCV2 e una risposta moderata, sebbene più debole, al Mhyo per i suini nella prima fase di ingrasso esposti al PCV2. L'uso di SDPP nella dieta starter insieme alla vaccinazione ha offerto il miglior effetto a lungo termine sulla sopravvivenza fino al macello e al peso della carcassa.

4. Effetti del plasma suino essicato a spray sulle performance, risposta immunitaria, capacità antiossidante totale e morfologia intestinale nei suinetti in svezzamento

L'uso del SDPP nella dieta ha aumentato le prestazioni di crescita durante lo svezzamento. Dopo 1 settimana dopo lo svezzamento, i suini alimentati con SDPP avevano un maggior IMG e consumo e un C: A più elevati rispetto ai suini di controllo. Il giorno 28, i suini alimentati con SDPP avevano un peso maggiore e tendevano ad avere un IMG più elevato e un consumo più elevato rispetto ai suini di controllo. Inoltre, l'effetto positivo sulla morfologia intestinale può essere spiegato dall'aumento della proliferazione di enterociti.

5. Il plasma animale essicato a spray come alternativa agli antibiotici nei suinetti appena svezzati – Revisione

L'uso di plasma di suino essicato a spray per l'alimentazione dei suinetti svezzati di recente ha la massima efficienza, il che è spiegato, in parte, dalla specificità delle loro IgG contro i patogeni suini. È accertato che, dopo lo svezzamento, il livello ottimale di inclusione può essere compreso tra il 4 e l'8%. Il miglioramento dell'efficienza alimentare può essere spiegato da minori sprechi energetici e nutrizionali per costruire una risposta immunitaria nei confronti delle infezioni. Infine, le IgG e altre sostanze bioattive che contiene possono aiutare a ridurre l'incidenza di diarrea nei suinetti svezzati alimentati con plasma.

Bibliografia
FEDNA: http://www.fundacionfedna.org/
NRC 1982. United States-Canadian Tables of Feed Composition: Nutritional Data for United States and Canadian Feeds, Third Revision.
Rostagno, H,S, 2017, Tablas Brasileñas para aves y cerdos, Composición de Alimentos y Requerimientos Nutricionales, 4° Ed

Articoli correlati

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags