Leggere questo articolo in:

Prezzo massimo del suino nel 2019: Gli utenti di 333 sono ottimisti....

Nella grande maggioranza dei paesi, la media delle risposte è superiore al prezzo massimo del 2018 e anche superiore al massimo registrato negli ultimi 3 anni, eccetto per l'Italia, Russia e Colombia...

Domenica 14 Luglio 2019 (8 giorni fa)
mi piace

A inizio anno, di fronte alla prospettiva di una evidente diminuzione del patrimonio suinicolo cinese, provocato da gravi problemi sanitari, ci si aspettava un forte incremento dell'importazione di carni suine per soddisfare i fabbisogni di consumo del paese e che questo avrebbe portato ad un'importante salita dei prezzi a livello mondiale.

Di fronte a tutto questo, abbiamo creato una consultazione degli utenti di 333, per avere una valutazione oggettiva delle aspettative del settore. Alla domanda..."quale credi sarà il prezzo massimo dei suini grassi nel 2019 nel tuo paese? Hanno risposto in 976 persone di 71 paesi diversi tra il 21 maggio ed il 21 giugno.

Gli utenti di 333 sperano che i prezzi dei suini siano molto al di sopra degli ultimi anni

Le aspettative degli utenti di 333, che hanno partecipato al sondaggio, sono chiaramente ottimisti, così come mostra il grafico 1. Per ogni paese si mostra il range dei risultati per il prezzo massimo atteso, specificando i valori massimo, minimo e la mediana del valore centrale alla destra del quale sta la metà delle valutazioni e alla sinistra l'altra metà. Inoltre, gli effetti di comparazione sono rappresentati dai prezzi massimi raggiunti nel 2018 e dai prezzi degli ultimi 3 anni, secondo il l prezzi di mercato 333.

Grafico 1. Consultazione 333 sul prezzo massimo dei suini nel  2019, realizzata tra il  21 di maggio e 21 di giugno. Range e media delle risposte ottenute per paese e prezzo massimo registrato nel 2018 e negli ultimi 3 anni. Tra parentesi il numero delle risposte date.
Grafico 1. Consultazione 333 sul prezzo massimo dei suini nel  2019, realizzata tra il  21 di maggio e 21 di giugno. Range e media delle risposte ottenute per paese e prezzo massimo registrato nel 2018 e negli ultimi 3 anni. Tra parentesi il numero delle risposte date.

Sono rappresentati i risultati di 18 paesi con l'idea di avere una panoramica mondiale , il più ampia possibile: in ogni caso si mostra il numero di risposte date affinchè il lettore possa dar il giusto peso ai risultati.

Nella grande maggioranza dei paesi la media delle risposte è superiore al prezzo massimo del 2018 ed anche superiore al massimo registrato negli ultimi 3 anni, eccetto per l'Italia, Russia e Colombia. L'Italia, unico paese della UE in controtendenza, come mai? Difficoltà di export di carne fresca verso la Cina ? Problemi interni legati al consumo ed export del settore degli stagionati?....

I dati raccolti indicano che i partecipanti sperano prezzi massimi molto al di sopra di quelli avuti negli anni precedenti. Aggiungere anche che in alcuni, pochi casi, la mediana sta al di sopra dei massimi storici, come per esempio per la Germania, con una mediana di 1,95 €/kg carcassa che supera i massimi 1,93€/kg carcassa ottenuti a settembre 2012 e agosto 2013. Oltre la metà dei paesi analizzati presentano un'asimmetria verso i valori elevati, provocata da una maggiore contribuzione di risposte più ottimistiche. Di fatto, in alcuni paesi (Spagna, Germania, Polonia, Brasile ed Argentina), praticamente tutto il range di valori dati, cadono al di sopra dei prezzi massimi dal 2016.

Il grado di dispersione è molto variabile. Da un lato troviamo paesi con un range particolarmente ampio, che può riflettere un'elevata variabilità di opinioni tra gli utenti, mentre altri, come quelli asiatici, possono essere causati da uno scarso numero di risposte o da fattori legati al paese: in Cina, semplificare il prezzo di tutto il paese in un valore è difficile, la realtà cinese è molto più complessa.

La distribuzione delle risposte italiane si mostra nel seguente istogramma (grafico 2).

Grafico 2. Consultazione 333 sul prezzo massimo nel 2019 - Italia. Si rappresenta la percentuale di risposte ottenute per differenti intervalli di prezzi massimi (€/kg p.v.).
Grafico 2. Consultazione 333 sul prezzo massimo nel 2019 - Italia. Si rappresenta la percentuale di risposte ottenute per differenti intervalli di prezzi massimi (€/kg p.v.).

A che punto siamo?

Siamo a inizio luglio, momento in cui, il ciclo stagionale dei prezzi nell'emisfero nord dovrebbero essere prossimi ai massimi estivi. In vari paesi si è registrato un aumento dei prezzi con una forte puntata nel mese di marzo, avvenuta in anticipo rispetto al solito, seguita da una stabilizzazione in alcuni casi, come la Spagna (grafico 3), calo come negli USA (grafico 4) o l'Italia (grafico 5). Siamo arrivati alla punta massima o deve ancora arrivare?

Grafico 3. Evoluzione annuale dei prezzi Spagna in colore blu, la linea grossa rappresenta le quotazioni del 2019 . In rosso si mostra la mediana del prezzo massimo per il 2019 secondo le opinioni degli utenti 333.
Grafico 3. Evoluzione annuale dei prezzi Spagna in colore blu, la linea grossa rappresenta le quotazioni del 2019 . In rosso si mostra la mediana del prezzo massimo per il 2019 secondo le opinioni degli utenti 333.

Grafico 4. Evoluzione annuale dei prezzi USA dal 2002 in colore blu, la linea grossa rappresenta le quotazioni del 2019 . In rosso si mostra la mediana del prezzo massimo per il 2019 secondo le opinioni degli utenti 333.
Grafico 4. Evoluzione annuale dei prezzi USA dal 2002 in colore blu, la linea grossa rappresenta le quotazioni del 2019 . In rosso si mostra la mediana del prezzo massimo per il 2019 secondo le opinioni degli utenti 333.

Grafico 5. Evoluzione annuale dei prezzi in Italia dal 2006 in blu, la linea pesante rappresenta i prezzi del 2019. La mediana del prezzo massimo per il 2019 secondo l'indagine 333 è indicata in rosso.
Grafico 5. Evoluzione annuale dei prezzi in Italia dal 2006 in blu, la linea pesante rappresenta i prezzi del 2019. La mediana del prezzo massimo per il 2019 secondo l'indagine 333 è indicata in rosso.

Puoi consultare l'info di altri paesi su prezzi di mercato di 333

Ci sono molte variabili in gioco che influenzano i prezzi, di alcuni di queste verranno chiarite nel corso del tempo, mentre altre rimangono incognite. Per esempio, oggi si è confermato che la Cina ha calato il consumo di carni suine, come già stimato da Rabobank e che era già anticipato da DiPietre nel suo articolo di aprile "Cina e PSA: cosa ci aspetta per il futuro?". Secondo informa il Servizio Doganale della Cina, le importazioni di carni suine sono aumentate, tuttavia sembra che non vengano raggiunte le quantità aspettate. Da un altro fronte, il Report di statistica USDA comunica il maggior censimento di suini nel mese di giugno negli USA, mentre i paesi della UE, in congiunto, fanno i calcoli con un calo del 3% delle scrofe nell'ultimo dicembre. Purtroppo la peste suina africana si è diffusa in più paesi asiatici ed in Europa, dove continua attiva nei paesi colpiti. Rimane anche da vedere come si sviluppano i conflitti commerciali che vediamo trascinarsi da mesi, come il prolungamento dell'embargo russo, quello tra Cina e USA, o come il recente episodio di sospensione di importazione di carni suine dal Canada.

Ci vediamo a dicembre!

Ci manca di raccogliere la metà dell'anno e l'incognita di dove arriveranno i prezzi massimi..

A dicembre, con i dati alla mano, sarà il momento di constatare fino a che punto le aspettative sono state raggiunte per il prezzo massimo.

Grazie infinite a tutti i partecipanti del sondaggio per il vostro contributo!!!

Redazione di 333

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags