1 commenti

Leggere questo articolo in:

Vaccinazione dei suini nei confronti dell'influenza: un caso pratico...

In questo caso di discutono le motivazioni per l'implementazione della vaccinazione anti-influenzale in un gruppo di allevamenti da ingrasso appartenenti ad una stessa filiera produttiva in un sistema integrato. I casi presentavano sintomi respiratori alla fine dell'ingrasso, in una determinata zona geografica al alta concentrazione di suini all'ingrasso... Vengono inoltre illustrati le ripercussioni produttive ed economiche del caso...

Questo caso è avvenuto in un Gruppo Integrato, con sistema di produzione in 2 siti (sito 1: scrofe+ suinetti fino a 18 kg di pv; sito 2: ingrasso) e  sistema di produzione in 3 siti (sito 1: scrofe + suinetti fino a 6 kg di pv; sito 2: svezzamento; sito 3: ingrasso).

Il caso di cui ci occupiamo prevede l'uso della vaccinazione influenzale dei suini nel sito 3 a multiprovenienza, in una zona centrale dell'est della Spagna con elevata concentrazioni di ingrassi, ragione per cui questo tipo di protocollo viene applicato e per i risultati ottenuti...

La vaccinazione nei confronti dell'influenza di tutti gli ingrassi della zona dello studio, è stata decisa dopo lo storico ricorrente di quadri di sindromi respiratorie, principalmente osservate nell'ultimo terzo della fase di ingrasso.

Le provenienze di questi suini da ingrasso e stato sanitario in origine erano variabili.

I sintomi respiratori alla fine della fase di ingrasso non erano associati ad una causa unica, invece la stagione in cui avvenivano e la localizzazione dei focolai erano costanti; contrariamente a quanto si poteva pensare, i casi più acuti e violenti erano successi in periodi estivi...

 

Quadro clinico ed evoluzione

Il quadro osservato alla comparsa era caratterizzato da sintomatologia acuta e febbre con dispnea e tosse generalizzata a fine ingrasso. A  prima vista, il quadro clinico era compatibile con l'influenza acuta con elevata morbilità e bassa mortalità. Si trattava i suini generalmente con antipiretici, e nel caso di complicazioni batteriche con antibiotici...

La sintomatologia si riduceva con il trattamento applicato, ma al contrario di una dinamica tipica influenzale acuta, a circa 15-20gg di distanza, i sintomi tornavano, anche se in forma meno generalizzata.

Tornavano: dispnea, tosse, febbre moderata, perdita di condizione corporale e qualche morte per complicazioni secondarie...

Il trattamento veniva ripetuto nella maggior parte delle volte, ma il problema si cronicizzava fino al carico, con conseguenti danni economici della fase di ingrasso, insoddisfazione del soccidario e del servizio tecnico...

Alla necroscopia, a seconda del quadro, si osservavano lesioni compatibili con Influenza, Mycoplasma, PRRS o un mescolamento dei 3... In alcuni casi, si notavano anche lesioni riconducibili a Pasteurella e ad altre complicazioni batteriche (foto 1 e 2).

Lesioni da necroscopia, compatibili con polmonite enzootica, influenza, PRRS ed altre complicanze batteriche

Lesioni da necroscopia, compatibili con polmonite enzootica, influenza, PRRS ed altre complicanze batteriche

Fotos 1 e 2: Lesioni, dopo necroscopia, compatibili con polmonite enzootica, influenza, PRRS ed altri complicanti batterici.

 

I risultati dei test ELISA, mostravano titolazioni elevate per Mhyo, influenza e PRRS. I titoli erano variabili, secondo la dinamica e durata del problema...

Durante l'iter, vari campioni di polmoni sono stati inviati ai laboratori per la diagnosi, oltre qualche carcasse alla Facoltà di Veterinaria di Zaragoza.

A seconda della cronicità del caso, furono isolati sia virus influenzali che virus PRRS...

 

Perchè abbiamo scelto la vaccinazione nei confronti dell'Influenza?

Con tutti i risultati, e consapevoli che erano coinvolti nei casi Mhyo, virus influenzale e virus PRRS, osservando la ripetibilità del quadro in una determinata zona geografica, si scelse di agire su uno dei 3 agenti che erano sempre presenti...

La vaccinazione nei confronti del Mhyo fu lasciata da parte perchè gli ingrassi della zona problematica non sempre avevano la stessa provenienza, e lavorando con un elevato numero di scrofe nel gruppo, si sarebbe dovuto implementare la vaccinazione su un grandissimo numero di soggetti, il che non rientrava nei nostri programmi...

Per quanto riguarda gli altri agenti: PRRS ed Influenza, si decise di agire sul secondo per 2 motivi: un minor costo e la convenienza di poter combinare la vaccinazione assieme al vaccino di Aujeszky, facilitando il management...

Si scelsi un vaccino compatibile con l'Aujeszky e che avesse ceppi di Influenza che erano già stati isolati nei campioni inviati al laboratorio (H1N1 e H3N2).

 

Risultati della vaccinazione nei confronti dell'Influenza

Dopo la vaccinazione, nel 2014, si iniziò ad osservare che la prevalenza dei casi diminueva di parecchi punti percentuali rispetto agli anni precedenti alla vaccinazione: nel  2014 si ridusse la comparsa dei casi di sintomatologia respiratoria nella fase finale dell'ingrasso del 79,5%  e nel 2015 del 66% (figura 1).

Vaccinazione vs il virus dell'influenza

Figura 1. Evoluzione del numero di episodi di problemi respiratori alla fine dell'ingrasso prima e dopo la vaccinazione contro l'Influenza.

In seguito, si spiega l'esempio della ripercussione dei quadri respiratori sui risultati produttivi ed economici.

La tabella 1 mostra il peggioramento dei 3 parametri produttivi in 2 allevamenti con problemi respiratori, assieme al dato economico, rispetto alla media degli ingrassi localizzati in altre zone geografiche con gli stessi animali di provenienza e nello stesso periodo di tempo.

 

Tabella 1. Differenza tra i risultati produttivi ed economici degli allevamenti con problemi e allevamenti senza problemi con suini delle stesse origini localizzati in altre zone geografiche. Dati dei suini da 18 a 100 kg.

  mangime consumato aumento della mortalità  costo medicazione Costo in più del suino da ingrasso
  g / kg PV €/suino  % €/suino € /suino € / suino

Allevamento1

(dati del 2012)

113 2,88  2,05  1,64 0,57 € 5,09

Allevamento2
 

(dati del2013)

62 1,73  3,50  3,33 0,79 € 5,85

La ripercussione economica del danni alla produzione come conseguenza dei problemi respiratori, sul costo finale del suino grasso, è dell'ordine di 5-6 € in più per capo...

 

Conclusioni

La conclusione alla quale siamo arrivati è che il Mycoplasma hyopneumoniae agiva come porta di entrata degli altri agenti, complicando e cronicizzando il quadro respiratorio; cercando di controllare l'influenza per mezzo della vaccinazione, i quadri respiratori si sono ridotti e sopratutto non tendevano a cronicizzarsi, con riduzione dell'uso di antipiretici ed antibiotici. I risultati produttivi sono tornati ai valori medi degli altri ingrassi che avevano le stesse provenienze e di conseguenza la redditività di questi ingrassi è migliorata...

Articoli correlati

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
16-Set-2017lucianofusco197lucianofusco197a c he peso o eta venivano vaccinati i suini?
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags