Leggere questo articolo in:

Influenza di un integratore alimentare di origano e / o rosmarino sullo stato antiossidante e sulla risposta immunitaria nei suini, nonché il gradimento da parte dei consumatori

L'integrazione dietetica con origano e rosmarino modula la risposta immunitaria e migliora il contenuto di polifenoli nelle carni suine...

Giovedì 12 Settembre 2019 (10 giorni fa)
mi piace

Il miglioramento delle caratteristiche nutrizionali della carne suina, nonché la sua stabilità antiossidante e le sue qualità sensoriali o tecnologiche sono state la ragione di numerosi studi sulle strategie di alimentazione dei suini. Tra questi, è stato dimostrato che il complemento delle diete dei suini con una fonte commerciale di acidi linoleici coniugati (CLA-conjugated linoleic acids) durante il periodo di finissaggio modifica la deposizione di grasso nel tessuto adiposo e le variabili immunitarie.

Pertanto, l'obiettivo del presente studio era di valutare l'influenza di un integratore alimentare con origano e / o rosmarino (Origanum vulgare L. e Rosmarinus officinalis L.) sullo stato antiossidante e sulla risposta immunitaria nei suini da ingrasso che ricevono un integratore CLA nel periodo di finissaggio.

A tale scopo, un totale di 32 suini da ingrasso, con un PV medio di 45 kg, sono stati assegnati in modo casuale a 4 trattamenti dietetici: (i) una dieta di controllo (CTR); (ii) CTR + 0,2% di origano (O); (iii) CTR + 0,2% rosmarino (R) e (iv) CTR + 0,1% origano + 0,1% rosmarino (OR).

Durante il periodo di finissaggio, tutti i gruppi hanno ricevuto un'ulteriore integrazione dello 0,5% di acidi linoleici coniugati (CLA). I campioni di sangue sono stati raccolti dopo un periodo di adattamento di 15 giorni alla nuova dieta (T1) e alla fine del periodo di finissaggio (T2) per valutare lo stato antiossidante (potere antiossidante totale e metaboliti reattivi dell'ossigeno) e la risposta immunitaria ( fenotipo linfocitario e livelli di IgG). Infine, i campioni di carni suine sono stati valutati per determinare l'attività della glutatione perossidasi (GSHPx), il contenuto fenolico totale e la classificazione sensoriale.

Non sono stati osservati effetti significativi rispetto allo stato antiossidante. Tuttavia, vi è stato un aumento significativo dei linfociti B (CD79 +) ed un livello più elevato di IgG nei gruppi R e O. Inoltre, ci sono stati effetti significativi sull'attività GSHPx della carne e sul contenuto fenolico totale. Per quanto riguarda la classificazione sensoriali, i consumatori preferivano la carne suina derivata dal gruppo R.

In conclusione, è stato dimostrato che l'integrazione dietetica con origano e rosmarino modula la risposta immunitaria e influenza il contenuto di polifenoli della carne, migliorando le preferenze da parte del consumatore.

Beghelli, D., Cosmo, A. D., Faeti, V., Lupidi, G., Bailetti, L., Cavallucci, C., & Polidori, P. (2019). Origanum vulgare L. and Rosmarinus officinalis L. aqueous extracts in growing-finishing pig nutrition: effects on antioxidant status, immune responses, polyphenolic content and sensorial properties. Journal of Food Research, 8(2), 90-99. https://doi.org/10.5539/jfr.v8n2p90

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags