Leggere questo articolo in:

La supplementazione con tannini ha effetti sulle caratteristiche della carcassa e sulla qualità della carne

L'estratto di legno di castagno dolce come fonte di supplementazione di tannini modifica le caratteristiche delle carcasse e della qualità della carne, oltre alla stabilità ossidativa nei suini in ingrasso e finissaggio...

Mercoledì 10 Gennaio 2018 (6 mesi 7 giorni fa)
malune78erfoves

I tannini sono considerati sostanze antinutritive perché precipitano le proteine, inibiscono gli enzimi digestivi e influenzano l'utilizzo di vitamine e minerali. Possono anche alterare l'appetibilità del mangime e, quindi, ridurre l'assunzione e la crescita. Anche così, alcuni tannini mostrano proprietà positive come antimicrobici, antielmintici o antiossidanti. L'estratto di legno di castagno dolce (SCWE-Sweet chestnut wood extract), principalmente tannini idrolizzabili, ha dimostrato di ridurre lo stress ossidativo nei suini e nel pollame. I tannini idrolizzabili nei suini hanno mostrato attività che inibiscono la fermentazione proteica nel colon e riducono la produzione intestinale di scatolo, un composto dell'odore sessuale del verro. Pertanto, è probabile che l'integrazione con SCWE nella dieta influenzi la qualità della carcassa e della carne. L'obiettivo del presente studio era di valutare il possibile impatto dell'integrazione delle diete di finissaggio con SCWE sulle caratteristiche della carcassa e sulla qualità della carne, in particolare sulla stabilità ossidativa e sulla composizione degli acidi grassi. I maiali interi maschi (n = 24) sono stati assegnati a quattro gruppi sperimentali all'interno della figliata e sono stati sottoposti ad una delle 4 diete finali ad libitum: T0 (controllo), T1, T2 o T3, integrati con 0, 1, 2 o 3% di SCWE (disponibile in commercio), rispettivamente.

Il livello più alto di SCWE ha ridotto la deposizione di grasso nella carcassa e la capacità di ritenzione idrica della carne (maggiore perdita dopo lo scongelamento). Nelle carni fresche, la supplementazione di SCWE ha aumentato i lipidi (malondialdeide) e l'ossidazione delle proteine (gruppi carbonilici negli isolati delle miofibrille). Per quanto riguarda il tessuto adiposo, la supplementazione con SCWE ha aumentato la proporzione di acidi grassi polinsaturi.

Secondo i risultati del presente studio, l'integrazione con tannini idrolizzabili riduce la deposizione di grasso nella carcassa, che porta anche a una maggiore percentuale di PUFA nel tessuto adiposo. I risultati relativi alla qualità della carne indicano che l'integrazione con SCWE produce un aumento dei marcatori di ossidazione lipidica e proteica insieme a una minore capacità di ritenzione idrica nelle carni fresche e suggerisce un aumento del potenziale pro-ossidativo.

Rezar, V., Salobir, J., Levart, A., Tomažin, U., Škrlep, M., Lukač, N. B., & Čandek-Potokar, M. (2017). Supplementing entire male pig diet with hydrolysable tannins: Effect on carcass traits, meat quality and oxidative stability. Meat science, 133, 95-102. https://doi.org/10.1016/j.meatsci.2017.06.012

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags