Leggere questo articolo in:

È tempo di ripensare all'uso dei probiotici nei suinetti dopo lo svezzamento?

Questo articolo valuta criticamente l'uso dei probiotici durante lo svezzamento e fornisce alcuni suggerimenti per migliorare i risultati quando si utilizzano i probiotici nei suinetti...

Lunedì 25 Marzo 2019 (2 mesi 23 giorni fa)
mi piace

Una strategia nutrizionale che ha ricevuto molta attenzione negli ultimi anni per superare gli svantaggi dello svezzamento precoce è l'uso dei probiotici. Anche così, la ricerca con questi prodotti fino ad ora è stata caratterizzata come incoerente e con scarsa riproducibilità da allevamento ad allevamento. Questo fatto è probabilmente uno dei motivi principali che impediscono a questi prodotti di diffondersi nel settore suinicolo...

Questo articolo è un riassunto di una recensione recente (Barba-Vidal et al. 2018; Review: Are we using probiotics correctly in post-weaning piglets?) che esamina i limiti dell'uso dei probiotici in questa fase, concentrandosi sul loro utilizzo in situazioni di sfide sanitarie ed analizza come questi risultati possano essere migliorati.

Limiti dell'uso dei probiotici contro i patogeni

In termini generali, i principali limiti dell'uso dei probiotici in questo contesto sono:

Risultati terapeutici discreti: sebbene la maggior parte delle pubblicazioni che valutano gli effetti dei probiotici contro i patogeni li descriva come positivi, raramente si ottengono miglioramenti significativi, come l'eliminazione dell'escrezione di agenti patogeni o significativi aumenti dei parametri produttivi.

Alta variabilità dei loro effetti: è noto che gli effetti probiotici sono specifici per un trattamento, a seconda del ceppo, della dose e del contesto in particolare (Bosi e Trevisi, 2010), nonché specifici per un ospite, a seconda dei parametri fisiologici relativi all'animale (ad esempio la sua genetica) o ambiente (es. stato sanitario e dieta) (Collado et al., 2007). Di conseguenza, i ceppi probiotici che non sono utili quando sono usati in una certa situazione, possono essere utili in un'altra, o viceversa...

Rischi potenziali in situazioni di sfida (challenge): Potrebbero esserci dei rischi potenziali quando si utilizzano determinati probiotici in animali con salute intestinale danneggiata o sotto pressione patogena. La letteratura scientifica indica che vi è una maggiore permeabilità intestinale in questa fase (Lallès et al., 2004), che a sua volta può essere influenzata da trattamenti con probiotici. Pertanto, quando si utilizzano i probiotici, è possibile prevedere un alto rischio di sepsi negli animali dopo lo svezzamento. Inoltre, è stato anche riportato che alcuni probiotici possono avere effetti immunosoppressivi sull'ospite (Siepert et al., 2014). Questo effetto non ha conseguenze sfavorevoli in un contesto sano. Tuttavia, in caso di necessità di una risposta umorale rapida, l'attivazione immunitaria è meno efficiente. Pertanto, sarebbe dannoso in una situazione di malattia.

Figura 1. Limitazioni dell'uso dei probiotici contro i patogeni.
Figura 1. Limitazioni dell'uso dei probiotici contro i patogeni.

Come migliorare l'uso dei probiotici nelle fase iniziali

Migliorare l'uso dei probiotici nel settore suinicolo dipende dal passaggio dall'uso empirico a una strategia più basata sulla conoscenza. I paragrafi seguenti forniscono alcune raccomandazioni alla luce delle prove scientifiche pubblicate fino ad oggi.

I probiotici sono molto più potenti e preziosi quando li utilizziamo come promotori della salute "preventiva" e stabilizzatori del microbiota intestinale. Pertanto, dovremmo smettere di pensare ai probiotici come sostituti diretti degli antibiotici nelle infezioni gastrointestinali e dovremmo iniziare a combinarli con altre strategie di alimentazione e / o gestione con un approccio più olistico.

Allo stesso modo, le strategie probiotiche dovrebbero essere più mirate. I ceppi dovrebbero essere selezionati in base agli obiettivi ricercati e non come se i probiotici fossero utili per tutto. Gli effetti dovrebbero puntare in modo specifico su un sito e su un effetto. Affrontando, ad esempio, i recettori Toll-like (Toll-like receptors) se le applicazioni cercano di aumentare l'immunità intestinale (Villena e Kitasawa, 2013), ma altri (diversi) ceppi potrebbero migliorare le prestazioni produttive con le loro proprietà di idrolisi enzimatica (Kim et al., 2007 ).

Un altro punto da tenere in considerazione è la variabilità nella risposta a un probiotico. È stato descritto come una strategia probiotica può avere individui che rispondono e che non rispondono in un gruppo omogeneo di animali. Oggi le emergenti tecnologie "-omiche" aprono chiaramente una finestra per perfezionare il nostro approccio e comprendere meglio le interazioni tra un ceppo probiotico e l'ecosistema in cui deve essere introdotto. Questa capacità può aiutarci a limitare parte della variabilità e ci aiuta a valutare i possibili rischi dell'uso di un probiotico in un contesto di malattia.

Infine, ci sono diversi modi per migliorare gli effetti probiotici e renderli più durevoli. Da un lato, possono essere utilizzate strategie come la combinazione di probiotici con azioni complementari o l'aggiunta di substrati prebiotici specifici (concetto simbiotico) per migliorare selettivamente la crescita del ceppo introdotto. D'altra parte, la somministrazione anticipata di probiotici dovrebbe essere presa in considerazione nel periodo di pre-svezzamento e maggiore importanza dovrebbe essere data alle scrofe, poiché molti studi hanno dimostrato come l'introduzione di probiotici nella dieta della scrofa sia un modo efficace per modificare l'ecosistema intestinale e la salute dei suinetti.

Figura 2. Strategie per migliorare l'uso dei probiotici in fasi precoci
Figura 2. Strategie per migliorare l'uso dei probiotici in fasi precoci

vedere altri articoli correlati con l'articolo

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags