Ottimizzazione del benessere delle scrofe gestanti in gruppo o individualmente attraverso indicatori del benessere

Un tema attualmente importante su scala mondiale è il benessere animale, più in particolare il management delle scrofe in gestazione.

Giovedì 27 Settembre 2012 (6 anni 2 mesi 14 giorni fa)
mi piace

Un tema attualmente importante su scala mondiale è il benessere animale, più in particolare il management delle scrofe in gestazione. I produttori possono scegliere tra molteplici opzioni e soluzioni di alloggiamento in gruppo, però bisogna dimostrare il benessere delle scrofe. E' necessario che si sviluppino sistemi di benessere favorevoli basati sulla valutazione scientifica del benessere delle scrofe prima di implementarli. Pertanto, gli obiettivi di questi studi furono la valutazione dell'impatto dei componenti dei vari tipi di alloggiamento dentro di un alloggiamento individuale alternativo (Esp. 1) e dei sistemi in gruppo (Esp. 2) sul benessere della scrofa. Nell'Esp. 1, il giorno 30 di gestazione, 60 scrofe pluripare furono alloggiate a caso in box standard(GABBIE controllo), in gabbie regolabili (FLEX), o in gabbie di libero accesso (FREE). Nell'Esp. 2, 300 scrofe pluripare furono mantenute in box di gruppo (10 scrofe/box) e distribuite a caso in box con una superficie utile di 1,7 m2 o 2,3 m2 per scrofa ed un trattamento dietetico controllo o di supplemento con fibre dopo i 30 gg di gestazione. Prima della diagnosi di gravidanza (giorno 30 post copertura) le scrofe erano alloggiate in gabbie convenzionali (STS) o semi-libertà (TAS). Le performances delle scrofe, la produttività, il comportamento e lo stato immunitario ed endocrino furono valutati nei vari momenti lungo la gestazione.

I dati dell'Esp. 1, mostrarono che le scrofe mantenute in FREE ebbero maggiori (P < 0,05) infiammazioni agli arti, grasso dorsale e peso corporale differenti rispetto alle scrofe mantenute in FLEX o GABBIE. Le scrofe mantenute in FREE ebbero maggiori (P < 0,05) proporzioni di neutrofili:linfociti a 24 h dall'alloggiamento in FREE. Le scrofe mantenute in GABBIA assumevano un maggior (P < 0,05) comportamento facciale ed una posizione statica rispetto alle scrofe mantenute negli alti sistemi. I dati dell'Esp. 2, indicarono che le scrofe mantenute in gruppo su una superficie di 1,7 m2 ebbero maggiori (P < 0,05) punteggiature per le lesioni rispetto alle scrofe mantenute a 2,3 m2, mentre le scrofe che consumarono la dieta ricca in fibra ebbero maggior (P < 0,10) peso vivo ed aumento di peso rispetto alle scrofe alimentate con la dieta controllo . Le srofe alimentate con la dieta controllo ebbero maggior quantità (P < 0,05) di cortisolo e fagociti rispetto alle scrofe alimentate con la dieta ricca in fibra. Le scrofe tenute in STS ebbero un maggior (P < 0,01) conteggio di cellule sanguigne della serie bianca e fagociti rispetto alle scrofe tenute in TAS. La sequenza naturale nel mantenere il corretto comportamento fu positivamente influenzato tra le scrofe alimentate con la dieta ricca in fibra (P < 0,05).

Questi dati ci dicono che l'ambiente durante la gestazione e i componenti fisici del sistema di alloggiamento possono incidere positivamente o negativamente sul benessere della scrofa. Peranto, è ottimizzando i sistemi di alloggiamento che si migliora lo sviluppo del comportamento naturale della scrofa e la loro fisiologia, potendo migliorare il benessere della scrofa .

AE DeDecker, PM Walker, JL Salak-Johnson. Optimizing individual and group housing systems based on indicators of sow well-being. 2011. Journal of Animal Science, 89, E-Suppl. 2, page 49.

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags