Leggere questo articolo in:

Peste suina africana: denuncia della malattia

Siamo pronti a fare questo passo avanti?... E dichiarare un sospetto?... Sappiamo come procedere?... Quali sono i protocolli che verranno implementati e quanto velocemente accadranno?...

Seguendo le raccomandazioni dell'Organizzazione Mondiale per la Salute Animale (OIE), la maggior parte dei paesi ha attuato un processo di regolamentazione che richiede legalmente una notifica immediata ad un'autorità competente, come un "veterinario ufficiale" (VU), ogni volta che si sospetta di una malattia obbligatoria di notifica (come la peste suina africana, PSA) in un allevamento. Non appena viene segnalato qualsiasi sospetto, la risposta della normativa segue rigide linee guida, che sono già fuori dalla portata sia del veterinario che dichiara che del proprietario dell'allevamento. Sappiamo tutti che prima viene notificato un focolaio, le autorità possono agire più velocemente per controllare la diffusione della malattia attraverso il controllo immediato della movimentazione dei suini e dei prodotti...

Tuttavia, come disse una volta il professore spagnolo Sánchez-Vizcaíno, "questa è una competizione per la quale nessuno vuole vincere la "medaglia d'oro", perché nessuno vuole essere il primo a dichiarare la malattia nella propria regione". Ma dobbiamo incoraggiare i veterinari sul campo a ricevere "la medaglia d'oro", ad essere consapevoli e coraggiosi in caso di sospetto. Siamo pronti a fare questo passo in avanti?..E dichiarare un sospetto?... Sappiamo come procedere?... Quali sono i protocolli che verranno implementati e con quale rapidità accadranno?...

Abbiamo posto queste e molte altre domande ai professionisti del settore che collaborano con noi dalla Russia, dalla Cina, dal Baltico e dalla Polonia, che si occupano della malattia da molti anni.

Tutti i nostri collaboratori sono stati coinvolti, in un modo o nell'altro, nella notifica di un focolaio di PSA. Tutti erano d'accordo che informare del focolaio il prima possibile era la cosa più corretta e, secondo la loro esperienza, i VU agiscono rapidamente (nel giro di poche ore), seguono protocolli chiari e sono molto professionali. Sfortunatamente, questo processo non è stato sempre così facile come lo è ora in molti luoghi. Il Dr. Kolbasov, l'attuale Direttore del Centro di Referenza russo per le indagini e la diagnosi della PSA, ha affermato che il processo di dichiarazione-notifica è stato notevolmente migliorato in Russia da quando è stata stabilita una compensazione finanziaria per gli allevatori colpiti. Dopo questo cambiamento, gli allevatori ed i loro veterinari erano più disposti a riferire adeguatamente i propri sospetti alle autorità e la collaborazione tra allevatori, veterinari e VU è diventata più efficace. L'autore ritiene che il controllo di tutti gli animali in ciascuna struttura durante il divieto di movimentazione (anche prima della conferma positiva del campione), abbia aiutato nella diagnosi della malattia nel caso in cui il numero di animali diminuisse.

Il Dr. Cepulis, nostro consulente di suini della regione del Baltico che lavora in tutta la regione baltica concorda con il suo collega russo che i veterinari ed i produttori commerciali comprendono l'importanza di fare la cosa giusta. Tuttavia, ha descritto uno scenario molto diverso per alcuni piccoli allevatori con suini all'aperto, che hanno deciso di vendere, spostare o nascondere i suini alle autorità ufficiali. Ha condiviso con noi che, nei paesi baltici, il governo paga solo il costo dei suini distrutti, i mangimi distrutti ed i disinfettanti utilizzati durante l'epidemia. Tuttavia, vi sono costi aggiuntivi molto maggiori, come l'interruzione della produzione, la perdita di quote di mercato ed il costo del lavoro di pulizia e disinfezione. Ritiene che gli allevatori con assicurazioni che coprivano parte di questa perdita potessero recuperare finanziariamente. Tuttavia, molti altri non sono stati così fortunati. Quando la PSA è apparsa in Lituania, le compagnie assicurative si sono rifiutate di assicurare i suini. A un allevatore fu detto "Non assicuriamo contro la guerra durante la guerra". Ora è possibile avere un'assicurazione, ma è così costosa che gli allevatori non possono permetterselo e non hanno ancora alcuna garanzia per la propria attività.

Il Dr. Karbowiak, nostro veterinario della Polonia, ha affermato che la situazione è simile. Tuttavia, lo scenario cinese è molto diverso come ha sperimentato Mr. Corns. Ritiene che la mancata segnalazione di numerosi focolai in Cina abbia portato ad una mancanza di comprensione di come la malattia si stesse diffondendo in Cina. Questa mancanza di trasparenza e la mancanza di lavoro collaborativo tra gli allevatori, i loro veterinari ed i VU, non consentono di fermare il dilagare della malattia: "Questa situazione di mancanza di informazioni o di dichiarazioni-notifiche della malattia impedisce al settore di tornare alla normale produzione ". Il signor Corns, come molti veterinari di suini del settore, è preoccupato per l'epidemiologia della malattia in Cina e per le perdite di produzione su larga scala.

Dopo la notifica ufficiale ad un VU, è necessario seguire il protocollo diagnostico ufficiale. Solo il VU può raccogliere e inviare i campioni per garantire la tracciabilità e la biosicurezza necessarie durante il trasporto del campione al laboratorio ufficiale. I campioni di sangue vengono prelevati da animali vivi e tessuti di animali morti (in particolare la milza).

Il Dr. Kolbasov è il professionista più esperto ed ha condiviso preziosi consigli con noi. Ha osservato che, poiché il sangue è una delle principali preoccupazioni nella trasmissione del virus della PSA, è fondamentale evitare la contaminazione con il sangue durante la raccolta dei campioni. È anche essenziale pulire e disinfettare l'area molto bene dopo il processo di campionamento. Dopo oltre 10 anni di fronte a focolai ed evitando un'ulteriore trasmissione della malattia, hanno sviluppato una nuova tecnica di campionamento per prevenire la contaminazione ambientale con il virus. Per rimuovere la milza fanno un piccolo foro, senza aprire completamente la cavità addominale, che minimizza il rilascio del virus (diapositive). Quando si eseguono necroscopie e si prelevano campioni sul campo, si consiglia di posizionare sempre una barriera di plastica (ad esempio un grande sacco di plastica aperto) per ridurre al minimo la contaminazione e facilitare la disinfezione di qualsiasi superficie dopo il processo di campionamento ( diapositive).

Diapositive. Campionamento in caso di sospetto di PSA. Per gentile concessione del Dr. Nadezhda Konovalova

Quando il Dr. Karbowiak ha riferito su un possibile focolaio di PSA, è stato molto colpito e grato per la rapida azione del VU. Come menzionato nell'articolo precedente, dopo un'ora in visita all'allevamento, ha osservato segni clinici che hanno provocato la chiamata del VU regionale, con il quale ha condiviso i suoi sospetti. Quel giorno, senza volerlo, fu costretto a competere per la "medaglia d'oro" di Sánchez-Vizcaíno. Il VU ha impiegato poco più di 60 minuti per raggiungere l'allevamento e prendere il controllo della situazione. Nelle successive 5 ore, il Dr. Karbowiak ha osservato come hanno comunicato la decisione di interrompere tutti le movimentazioni di suini nelle aree circostanti, hanno visitato tutti i capannoni dell'allevamento, condotto le loro interviste e prelevato tutti i campioni. Dopo questo tipo di esperienza, tutti i nostri professionisti del settore hanno convenuto che sia il VU che il personale di laboratorio coinvolti in questi casi, sono professionisti altamente motivati ​​che lavorano per lunghe ore per agire il più rapidamente possibile e fare le cose giuste...

Nel prossimo articolo, spiegheremo le più importanti strategie di biosicurezza che i nostri professionisti del settore suino ritengono funzionare meglio nei loro paesi per aiutarli a prevenire la diffusione di questa malattia...

vedere altri articoli correlati con l'articolo

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags