Leggere questo articolo in:

Quando la domanda è tutto quello che hai....l'economia è fondamentale

Dennis DiPietre è convinto che il 2019 sarà un anno di grandi sorprese per i prezzi dei suini...

Lunedì 31 Dicembre 2018 (2 mesi 18 giorni fa)
1 mi piace

I suini arrivano, questo lo sappiamo già... Ci sarà sufficiente domanda per poter creare un mercato di buoni prezzi nel 2019?... E questo non lo sappiamo... Prepariamoci perché vedremo assieme come l'economia globale si comporterà, un tema di "difficile interpretazione logica". Non dimentichiamoci che alcuni intendono l'economia "come qualcosa di semplice con parole complicate" , possiamo anche essere d'accordo...

Sono pienamente convinto che il 2019 sarà un anno di grande illusione per il prezzo dei suini . Man mano che il tempo passa verso una promessa di miglioramento della domanda e dei prezzi per i seguenti 2-3 mesi, vediamo come tutto svanisce per riproporsi all'orizzonte, invitandoci ad andare avanti ancora, aspettando prezzi migliori di nuovo per i seguenti mesi.

Oggi il mercato dei suini negli USA sta anticipando un miglioramento importante per l'estate, tuttavia, si prevede che la produzione totale degli USA e del mondo aumenti, ma ad un ritmo più lento rispetto al 2018. Il grande salto in avanti dell'estate sembra essere causato dal crollo ipotetico della produzione cinese, con la combinazione di peste suina africana e problematiche che riguardano i dazi doganali nel primo trimestre del 2019. Questo scenario prevede che le importazioni cinesi di carni suine americane aumentino drammaticamente durante l'anno. Per sfortuna, ci sono altri fattori in corso che potrebbero frenare questa ipotesi, salvo imprevisti...

La guerra commerciale tra Cina e USA, assieme alla riduzione della domanda di fabbricazione di tecnologici, sta frenando significativamente l'aumento del reddito pro capite cinese a breve termine, con conseguente riduzione della domanda interna... Nonostante tutto, è difficile dare dei numeri certi, nella maggior parte dei paesi sarà ugualmente difficile mantenere i consumi di carni suine, come successo recentemente in Cina: dopo i primi casi locali di PSA, indipendentemente da quante volte ci si spieghi che è una malattia che non minaccia la salute umana, vi è stato calo dei consumi... Ci sono altre sfide nell'evoluzione della globalizzazione che sta iniziando a chiarire cosa succederà in futuro e che influenza avranno sulla domanda globale.

Il consumo negli USA (e in qualsiasi paese) si produce basicamente in funzione del reddito, ma anche secondo le speranze di prosperità o di sicurezza e le percezioni di futuri guadagni. In altre parole, una persona con guadagni mensili adeguati o elevati, può perfettamente essere in grado di permettersi un livello di vita moderatamente alto, invece può decidere di posticipare o di ripensare un acquisto se per caso, provvisoriamente, la sua ricchezza diminuisce per un calo delle azioni o dei fondi di investimento. Questo avviene anche se i suoi guadagni mensili non vengono cambiati.

L'incertezza politica negli USA, stimolata da un potere incontrollato della presidenza di Donald Trump, sta alimentando il nervosismo del mercato delle borse americane. Quando le percezioni delle persone sul benessere economico si vedono turbate, sia ora, sia nella prossima percezione futura, già pessimista, si ridurranno i consumi per costruire un "fondo di emergenza" per i tempi difficili che si avvicinano...

Sono sempre più presenti le dicerie di recessione nel prossimo anno o nel 2020 per gli USA. Le prospettive di una politica di governo bi-partisan ed effettivamente orientata verso la crescita, nonostante le speranze su alcuni punti ,come per esempio l'investimento in infrastrutture, stanno svanendo come l'illusione del prezzo dei suini. Globalmente, in Europa stanno succedendo cose similari. Il movimento francese dei "gillet gialli", che nasce da un pessimismo radicato sulla prosperità futura dei cittadini, ha portato ad una stagnazione dell'economia, almeno per il momento. Le prolungate e sofferenti procedure della BREXIT, che chiede ad alta voce un secondo referendum, sta minando la percezione che i politici siano incapaci di creare un futuro che possa produrre ricchezza durevole. Questa percezione porterà ad un calo dei consumi individuali e fermerà gli investimenti attuali. I suini stanno arrivando...

La carne finta, prodotta a base di proteine vegetali, ma con aspetto e sapore somiglianti alla carne vera e la carne prodotta in laboratorio, stanno iniziando ad attrarre grandi investitori noti, giganti dell'industria agroalimentare. Al momento questi spostamenti non cambiano di nulla la domanda del principale canale di mercato della carne vera, ma questi investimenti possono suggerire che sta diminuendo l'ottimismo sulla soluzione dei problemi che riguardano l'antibiotico-resistenza, le malattie di origine animale, le sfide ambientali,ecc...

Oltre ai suini, altre cose stanno arrivando..... Nuove prospettive, nuove opportunità, nuove possibilità di cambiamento dei modi tradizionali di pensare, porteranno buone notizie e non solo illusioni. Questo è il significato di questo periodo dell'anno, per cui dedico i miei sinceri auguri di pace e mi impegno a continuare a gennaio per aiutare a comprendere cosa succederà quando i suini iniziano ad arrivare...

vedere altri articoli correlati con l'articolo

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags