Leggere questo articolo in:

Impatto della PSA in Cina sui paesi esportatori: molte palle in gioco

La produzione ed il consumo di carne suina, la caduta del potere d'acquisto in Cina, la guerra commerciale con gli Stati Uniti e la globalizzazione, sono alcune delle palle che sono in aria e... molte altre saranno aggiunte...

Mercoledì 6 Febbraio 2019 (6 mesi 15 giorni fa)
1 mi piace

Comprendere l'impatto globale dei focolai di PSA in Cina, sui paesi esportatori, è un gioco di prestigio con molte palle contemporaneamente. La percezione popolare è che questi focolai genereranno un beneficio inaspettato per i paesi esportatori, come le macellazioni obbligatorie nei e intorno ai casi scoppiati, che cominciano a influenzare la disponibilità totale di carni suine in Cina. Il problema della percezione popolare è che si gioca con una sola palla, mantenendo le altre "sospese in aria". Troppo facile, la gravità finisce sempre per imporsi...

Il paese che consuma più carne suina di qualsiasi altro al mondo e dove il pollo, pur essendo più economico, è molto indietro nella popolarità (sebbene sia in agguato, come ovunque), è un obiettivo chiaro per gli esportatori... Questo grande consumo di carne suina è ragionevole, dal momento che ha la più grande popolazione. Tuttavia, questa non è la parte interessante. La parte sorprendente è che, nonostante la grande variabilità del reddito che si verifica ancora in Cina e la sorprendente espansione della sua classe media negli ultimi due decenni, si stima che il consumo di carne suina in Cina superi i 30 kg per persona all'anno , quasi pari al consumo medio europeo e superiore del 30% al consumo pro-capite degli Stati Uniti. Raggiungono questa impresa con ricavi che rappresentano il 20% della media europea e il 14% del Nord America. Cosa potrebbe andare storto per gli esportatori? Vedere la figura 1. Si noti che la crescita dei consumi ha subìto un rallentamento per diversi anni ed è correlata allo stesso freno che ha registrato il suo PIL.

Variazione percentuale del PIL reale e tasso di consumo di carne suina rispetto all'anno precedente in Cina: variazione Kg / pro capite. Con le linee di tendenza lineare regolate...
Variazione percentuale del PIL reale e tasso di consumo di carne suina rispetto all'anno precedente in Cina: variazione Kg / pro capite. Con le linee di tendenza lineare regolate...

Ecco un'altra palla: la Banca Mondiale ha appena pubblicato il suo rapporto principale per il 2019 intitolato "Global Economic Perspectives" con un sinistro sottotitolo: "Il cielo si sta facendo buio". Ricorda il nostro articolo del mese scorso: Quando la domanda è tutto, la prosperità è essenziale. L'epicentro di questa previsione è talmente offuscato dalla Cina, dove il rallentamento del tasso di crescita è finito e il governo ha cercato di frenare il credito per fermare il boom nella costruzione di alloggi e infrastrutture, che sono molto più avanti della loro occupazione e benefici. I cinesi giovani e della classe media, in particolare quelli che hanno acquistato una casa / appartamento, stanno vivendo qualcosa di simile alla crisi immobiliare degli Stati Uniti nel 2008-9. L'eccesso di costruzione ha drasticamente ridotto il valore degli investimenti, rendendo i loro appartamenti non vendibili, il che rallenta la loro mobilità e ferma l'aumento del loro reddito.

Lanciamo un'altra palla: i dazi imposti dagli Stati Uniti e i primi spasmi di rallentamento hanno influenzato la domanda di tecnologia e delle loro componenti, una parte importante dell'economia cinese. La sorprendente revisione al ribasso della domanda di Apple ha rivelato che i consumatori cinesi si stanno allontanando dalla tecnologia e dai telefoni di fascia alta in una mossa difensiva contro il declino futuro delle loro entrate e la potenziale incertezza del lavoro. I redditi stagnanti ed una drastica riduzione della ricchezza rendono il pollo economico di un aspetto migliore... Telefono più economico, cena più economica...

Tutto ciò suggerisce che la domanda di carne suina in Cina cadrà più velocemente del rallentamento della crescita, non solo come il suo aumento dei prezzi a causa della scarsità dell'offerta, ma anche a causa dell'incertezza dell'importante ceto medio sul suo reddito... La Cina tende a resistere mostrando delle vulnerabilità, che potrebbero rappresentare uno svantaggio reale nel commercio, quindi non è previsto essere disposta ad importare carni suine a qualsiasi prezzo... L'aumento del pollo rispetto al consumo totale di carne può essere accelerato un pò, poiché i buoni prezzi la rendono più irresistibile nel tempo. Per ridurre la domanda di carni suine per il prezzo, dobbiamo aggiungere una riduzione dovuta alla potenziale idea di "mangiare carni di suini ammalati", almeno temporaneamente e soprattutto nei consumatori urbani, nonostante le reali garanzie che non c'è pericolo per la salute umana...

Ora aggiungiamo un'altra palla, associata al fastidioso aumento di resistenza al "Nuovo ordine mondiale", cioè alla globalizzazione. C'è troppa dislocazione, disoccupazione strutturale, standard di vita permanentemente ridotti, tasse per ridurre l'uso di combustibili fossili (che minacciano la mobilità) ed elettricità (che minacciano l'alloggio), ecc... Sono l'origine, per esempio, dei giubbotti gialli, che sono comparsi come una sorpresa, ma la cui perseveranza andava considerata come un avvertimento... Il messaggio è le persone prima delle idee... I movimenti di conservazione culturale e la frattura della visione europea esemplificata da Polonia, Ungheria e Italia (la BREXIT sarebbe anche'essa in questa categoria, sebbene il risultato sia ancora molto incerto...), insieme all'aumento dei populismi in altri paesi come il Brasile e gli Stati Uniti, stanno iniziando a scuotere il commercio mondiale, fondamentalmente a causa dell'incertezza...

Conclusione: Negli ultimi giorni, le previsioni per il picco dei prezzi estivi negli Stati Uniti sono cambiate dal momento che, per la prima volta da novembre 2018, sembra che il prezzo della carcassa a $ 80 / cwt (€ 1,54 / kg), non verrà superato... Il ciclo dei prezzi è sulla strada per l'aumento stagionale in estate, ma il cui picco sta lentamente diminuendo man mano che ci avviciniamo, come un miraggio... Le previsioni sui prezzi per l'intero anno negli Stati Uniti non mostrano alcuna evidenza di opportunità impreviste di profitto nelle esportazioni derivanti da grandi vendite in Cina... Vorrei essermi sbagliato... Forse l'anno prossimo, ma ci sono ancora molte palle da lanciare in aria...

Articoli correlati

vedere altri articoli correlati con l'articolo

Articoli

Incertezza sui mercati08-Feb-2019 6 mesi 13 giorni fa
L'importanza del legame e della sua qualità01-Feb-2019 6 mesi 20 giorni fa

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags