Leggere questo articolo in:

Caduta generalizzata dei prezzi delle materie prime

Il mercato è ancora in sospeso se gli Stati Uniti e la Cina chiuderanno un accordo ed il weather market, per il danno che potrebbe causare un'ondata di freddo tardivo sulle colture...

Venerdì 15 Marzo 2019 (11 giorni fa)
mi piace

Durante la prima metà di febbraio, l'euro è sceso bruscamente nei confronti del dollaro, per poi riprendersi gradualmente durante la seconda metà. Abbiamo iniziato il mese di febbraio a livelli di 1.1471, scendendo a 1.1260 a metà del mese. Questa riduzione ha dato alle origini europee un rinnovato interesse per le esportazioni, rafforzando la competitività del grano francese. Infine ha recuperato raggiungendo 1,1416 alla fine del mese.

Questo allentamento dell'euro rispetto al dollaro è dovuto all'incertezza economica in Europa causata da un fragile contesto geopolitico, in cui è possibile che la Brexit venga rinviata.

Grafico 1. Evoluzione dell'euro nei confronti del dollaro a febbraio 2019 (fonte: https://www.ecb.europa.eu).
Grafico 1. Evoluzione dell'euro nei confronti del dollaro a febbraio 2019 (fonte: https://www.ecb.europa.eu).

Dopo la situazione di "shutdown" che ha vissuto il governo USA, questo mese di febbraio è stato pubblicato il report dell'USDA 2019.

La Cina e gli Stati Uniti non hanno ancora chiuso un accordo commerciale. Il presidente Trump ha accettato la scadenza fissata con la Cina oltre il 1 ° marzo, con la speranza di raggiungere un accordo durante questo mese di marzo.

Cereali

La situazione dei cereali invernali rimane generalmente buona per l'Unione Europea.

Con il clima secco e caldo che abbiamo avuto durante il mese di febbraio in gran parte dell'Europa, v'è una certa preoccupazione per la mancanza di copertura di neve e pioggia in alcune zone, come nell'Europa sud-orientale, in modo che il mercato sarà molto attento alle condizioni meteorologiche durante i mesi successivi, per gli eventuali danni che potrebbe causare un'ondata di freddo tardivo sulle colture.

Dopo il primo acquisto di frumento francese compiuti dal GASC il 29 gennaio, ricordiamoci che non acquistava frumento francese dal luglio 2017, l'Egitto ha continuato la scelta del frumento francese nelle loro offerte, per la loro competitività nei confronti di altre origini .

L'8 febbraio, il GASC ha acquistato 300.000 t di grano in più, di cui 120 mila tonnellate di origine francese, 120 mila tonnellate in più di origine statunitense e 60 mila tonnellate di origine ucraina.

E il 20 febbraio è tornato a comprare, questa volta 360 mila tonnellate di grano, di cui 180 mila tonnellate erano di origine francese, 60 mila tonnellate di origine russa, 60 mila di origine ucraina t e 60 000 t di origine rumena .

D'altra parte, si nota che i prezzi dei futures del grano, a Chicago e Matif, si sono ritirati bruscamente nel corso del mese, grazie alle buone prospettive dei raccolti per 2019/20, e con i fondi di investimento che stavano vendendo grano e mais a Chicago.

Secondo il rapporto dell'USDA, la produzione statunitense 2018/19 di mais retrocedeva a 5,23 milioni di t e gli stocks finali si attestavano a 44,08 milioni di t, 10,29 milioni di t al di sotto degli stocks finali del 2017/18.

Per quanto riguarda il frumento, troviamo una produzione al rialzo in Russia, che raggiunge 71,6 milioni di tonnellate (1,6 milioni in più rispetto a dicembre). Anche le esportazioni di grano russo sono state riviste al rialzo di 500 mila tonnellate, fino a 37 milioni di tonnellate.

Continuiamo senza attività nel mercato internazionale dell'orzo, la mancanza di domanda e la scarsa o quasi nulla attività nei porti della Spagna continua a indebolire l'orzo nazionale che sta cercando il suo posto nella formulazione dei mangimi. Finora nella stagione 2018/19 (luglio / giugno), sono state esportate 146 mila tonnellate di orzo.

Per quanto riguarda il sorgo, in quello che abbiamo fatto nella campagna 2018/19 (luglio / giugno) hanno raggiunto 445 mila t in Spagna (124 mila t in più rispetto a gennaio).

La figura 2 mostra l'evoluzione delle previsioni dei raccolti europei secondo l'ultima pubblicazione dell'USDA.

Grafico 2. Evoluzione delle previsioni di raccolta dei cereali europei per il 2018/19 da novembre a dicembre. Fonte: USDA
Grafico 2. Evoluzione delle previsioni di raccolta dei cereali europei per il 2018/19 da novembre a dicembre. Fonte: USDA

Se osserviamo i differenziali di prezzo, possiamo vedere che il mais è di circa € 172 / t (3 euro in meno rispetto a gennaio) per il disponibile nel porto di Tarragona, mentre il grano è di circa € 200 / t ( 10 euro in meno rispetto a gennaio e 28 € / t differenziale con mais) e l'orzo arrivo di Lleida a circa 179 € / tm (12 € in meno rispetto a gennaio e allo stesso livello del mais arrivo di Lleida).

Continuiamo a vedere il sorgo come una buona opzione per la produzione di mangimi, anche se l'orzo entra in gioco a causa del calo dei prezzi. Questo mese, il sorgo si aggira intorno ai 182 € / t per quello disponibile nel porto di Tarragona (4 € in meno rispetto a gennaio, con un differenziale con mais di 10 € / t).

Oleaginose

Con il mercato diffidente dei presunti accordi tra Stati Uniti e Cina, il complesso della soia cade nel mercato dei futures.

Questo mese, il CONAB ha ridotto la produzione brasiliana di soia 2018/19 di -3,5 milioni di tonnellate, a 115,3 milioni di tonnellate, a causa del deficit idrico.

Alla fine del mese, il governo cinese si è impegnato a comprare 10 milioni di tonnellate di soia di origine statunitense. Il mercato, diffidente, segue da vicino queste intenzioni per comprare per vedere quando e come si materializzano...

Il prezzo del grasso animale aumenta di 5 euro. E olio di soia (+14 euro) e olio di palma si stanno ancora riprendendo (+20 euro), grazie alla forza del complesso degli oli vegetali.

Siamo di fronte a un mercato, in attesa dei negoziati di Cina e Stati Uniti, per vedere se finalmente questo mese raggiungono un accordo. E con un mercato che segue da vicino il mercato del tempo (weather market), per i danni che potrebbe causare un'ondata di freddo tardiva sulle colture...

Articoli correlati

vedere altri articoli correlati con l'articolo

Commenti sull'articolo

Questo spazio non è dedicato alla consultazione agli autori degli articoli, ma uno spazio creato per essere un punto di incontro per discussioni per tutti gli utenti di 3tre3
Pubblica un nuovo commento

Per commentare ti devi registrare su 3tre3 ed essere connesso.

Non sei ancora utente 333?registratie accedi ai prezzi dei suini,cercatore, ...
È gratuito e rapido
Sei già registrato 333?LOGINSe hai dimenticato la tua password te la inviamo qui

tags