Materie prime per mangimi: attualità e tendenze

Il volume degli stock e dei raccolti dovrebbero pesare sui mercati internazionali delle materie prime...

Grafico 2. Evoluzione degli export di Soia Americana durante la presente campagna, le 5 precedenti e l'obiettivo 2017.

Dicembre è stato un mese estremamente piatto per quanto riguarda la situazione globale del mercato delle materie prime agricole: abbiamo sofferto cambi mirati e non molto determinanti nei prezzi con una leggera tendenza al ribasso... Tuttavia i prezzi in gennaio/febbraio dovrebbero comportarsi in modo diverso, con maggiori cambiamenti rispetto a dicembre anche se non molto importanti e dipendendo fondamentalmente da come questi fattori si comporteranno: il cambio delle valute ed il "mercato del meteo" in Sudamerica...Il dollaro continua ad essere molto forte rispetto all'euro, mantenendosi tra 1,038 e 1,056 all'ultima settimana dell'anno. Gli esperti continuano a pensare che si raggiungerà la parità...

... continua a leggere (+)

L'offerta e la domanda di granaglie non trascina il mercato...analisi e prospettive di mercato dei vari comparti...

Grafico 2. Comparativo luglio-giugno per settimana di evoluzione dei prezzi dei cereali in Spagna per le due ultime campagne.

In questo secondo articolo che pubblico, devo esprimere la mia difficoltà nel prendere delle conclusioni e tendenze quando i dati che chiamiamo "i fondamentali" (offerta e domanda mondiale delle materie prime), non sono quelli che anticipano e muovono i prezzi secondo la logica del mantenersi ad un livello di competitività nutrizionale...I fondi di investimento stanno comprando ora nei mercati rifugio, in questa situazione di turbulenza politica e cambi di valuta €/$, con cambi da 1,12/3 a 1,057 in pochi giorni...

... continua a leggere (+)

Ritorna la volatilità nelle materie prime...

Comparativo Lug-Giu per settimana dell'evoluzione dei prezzi dei cereali in Spagna nelle ultime campagne

I raccolti di granaglie a livello mondiale sono stati praticamente da record nelle ultime 4/5 campagne, sia per le oleaginose che per i cereali in entrambi gli emisferi. Questa disponibilità ha provocato un calo graduale delle quotazioni dei prezzi, raggiungendo i minimi l'estate scorsa. Questa situazione porta nelle zone di produzione, un elevato livello di limitazione delle vendite da parte degli agricoltori, per cui i flussi di commercializzazione non sono tanto liquidi o logici come dovrebbero essere...Tuttavia...

... continua a leggere (+)